Come capire se mente?

Espressioni_1

La menzogna si scopre osservando il comportamento che assume il bugiardo: quello che dice e come lo dice.

La comunicazione non verbale globale del nostro interlocutore, è fondamentale per capire se mente oppure no; un errore dato da alcuni indizi rivelatori potrebbe essere fondamentali per capire e scoprire se mente.

Purtroppo non sempre riusciamo a scoprire qualcosa, poiché esistono microespressioni facciali, atteggiamenti, movimenti ed insieme di azioni così piccole e apparentemente insignificanti, da essere ignorate.

 

Dobbiamo individuare gli  indizi di menzogna, ed esistono due tipi di Indizi di menzogna:

  1. Indizi rivelatori (segni che mettono a nudo la verità)
  2. Indizi di falso (segni che fanno solo sospettare la menzogna e sui quali si deve verificare)

 

TriangolazioneGli indizi di falso e gli indizi rivelatori sono dati dal linguaggio del corpo e da tutta la comunicazione non verbale che comprende, paraverbale (tono, volume, velocità, timbro, pause  e ritmo della voce) e la verbale, che comprende i famosi lapsus del bugiardo.

La certezza di questa approccio è che più informazioni abbiamo, più indizi avremo per controllare se il nostro interlocutore dice il vero.

Più indizi di menzogna avremo più la nostra valutazione sarà attendibile.

 

 

Un vecchio detto afferma che “le bugie hanno le gambe corte”. Ma perché le bugie falliscono?

  • Difficoltà a ricordare quanto detto in precedenza quindi cadere in contraddizioni
  • Non pianificare quando mentire
  • Non adeguare la storia alle nuove situazioni
  • Difficoltà a nascondere o mascherare un’emozione
  • Paura di essere scoperti
  • Senso di colpa
  • Vergogna

Scoprire menzogne

Esistono diversi modi di mentire: possiamo dire contemporaneamente sia il falso, sia la verità, esagerando la verità magari in modo grottesco o umoristico; possiamo cercare di sviare i sospetti rivelando un’emozione tramite una dissimulazione, ammettendo cioè solo una verità parziale.

Qualunque cosa facciamo  sia a livello di pensiero che di comportamento non possiamo impedire di dire il falso, in quanto influenzati dalla nostra mente inconscia.

 

A livello di pensiero non possiamo prevedere le domande che ci vengono rivolte, non possiamo quindi preparare in anticipo una strategia in quanto ci manca il tempo materiale per farlo e non è possibile ricordare quanto detto e quindi si andrebbe incontro ad una, quasi scontata, contraddizione.

A livello emozionale è certo che in qualche modo, ci tradirebbe la comunicazione non verbale, con qualche possibilità di lapsus se siamo sotto pressione.

Ma quali sono le principali motivazioni per la quale si può mentire?

Tratto da: Studio Castello-Borgia