Quando un’emozione è falsa?

Menzogna_1

In base a ciò che abbiamo visto in precedenza nell’articolo delle 6 emozioni primarie è facile intuire quando un’emozione non è veritiera. Tuttavia esistono altri indizi rilevatori, che possono essere preziosi al fine di scoprire la verità (che vedremo nello specchietto riportato in questo articolo).

 

Per riconoscere le emozione vere da quelle false, esiste il FACS.

 

Il Facial Action Coding System (detto in sigla FACS) è un sistema che serve e ci aiuta a catalogare e distinguere i movimenti del volto umano. La classificazione di tali movimenti nasce da un anatomista svedese: Carl-Herman Hjortsjo, tale classificazione è poi stata ricodificata da Paul Ekman e Wallace V. Friesen nel 1978 ed aggiornati sempre dagli stessi insieme a Joseph C. Hager nel 2002.

 

Happiness

Il FACS tramite l’analisi delle microespressioni facciali ci aiuta ad identificare lo stato interno ed emozionale della persona. In altri termini, l’analisi dei micromovimenti generati dal volto umano ci fornisce indicazioni su sulle emozioni che il soggetto sta vivendo. Conoscerle, può farci capire meglio l’altro ed identificare eventuali menzogne o incongruenze.

 

Attribuendo una combinazione di codici corrispondenti a determinati micromovimenti facciali (chiamati Action Unit) effettuati dalla persona è possibile stabilire in base alla presenza od assenza di tali AU se un’emozione è vera o simulata

La falsificazione di un’espressione la possiamo trovare nei seguenti indizi:

Emozione falsa

Indizio

Paura La contrazione involontaria della fronte è assente
Tristezza La contrazione involontaria della fronte è assente
Gioia Assenza di rughe intorno agli occhi
Entusiasmo Scelta del tempo in cui si manifesta l’emozione è sbagliata, in tal caso è “fuori tempo emozionale”
Rabbia Se si sbatte, per esempio, un oggetto dopo aver manifestato la propria collera; anche qui siamo “fuori tempo emozionale” e sono di grande importanza i gesti rivelatori del corpo

Nella manifestazione di un’emozione, bisogna sempre notare il linguaggio del corpo!

Oltre agli indizi appena citati, se in un determinato contesto l’emozione inizia o finisce troppo velocemente è falsa! (esclusa la sorpresa e lo spavento che devono durare meno di 1 secondo).
Se nel volto o nel corpo c’é asimmetria (gesti o movimenti presenti solo in una metà del viso o del corpo), ci sono alte possibilità che non sia veritiera o ancora, se l’emozione si colloca male all’interno di un dialogo (è incongruente con il linguaggio del corpo), è sicuramente falsa.

Oltre agli indizi di falso del linguaggio del corpo e della comunicazione non verbale, possiamo individuare una emozione falsa anche dalla comunicazione verbale; esistono diverse tattiche oltre quelle viste nell’articolo dei comportamenti del bugiardo …

Tratto da: Studio Castello-Borgia